rubem_fonseca

Rubem Fonseca, nato a Juiz de Fora, nello stato di Minas Gerais nel 1925, è la più grande firma del noir brasiliano. Laureatosi in Giurisprudenza all’Università Federale di Rio de Janeiro, ha lavorato negli anni ’50 come commissario al 16º distretto di polizia di Rio de Janeiro, trovandosi quotidianamente in contatto con quel sottomondo che ruota intorno alle favelas. Dopo aver lasciato la polizia, si dedica alla letteratura, visitando più volte l’Università di New York. Si è interessato anche di cinema, divenendo lo sceneggiatore di alcune serie televisive per la HBO Brazil. L’opera di Rubem Fonseca ruota tutta intorno ai distretti di polizia e al rapporto con la figura femminile. Il suo personaggio più celebre, personaggio principale o secondario di gran parte dei suoi libri, Mandrake, è un avvocato penalista carioca. Accompagnando la sua azione, tra commissariati di polizia e alcove, il lettore si perde in una dimensione del tutto originale, che è il marchio di qualità della scrittura di Fonseca. La critica letteraria lo considera l’iniziatore in Brasile di un genere letterario autonomo: il “brutalismo”. Rubem Fonseca è stato insignito del prestigioso Prémio Camões nel 2003, alla carriera.