Città inventate

12.00

COD: 978-88-97365-30-3 Categoria:

Città inventate, uscito in Brasile nel 1997 e pubblicato in Portogallo nel 2010, è una raccolta di 25 racconti brevi, ognuno dedicato a una città inesistente. Urbanismi lilliputiani, città abbandonate dopo carestie bibliche, agglomerati che inglobano continenti interi, spazi urbani conquistati a forza da orde feroci o lasciati alla mercé della vorace foresta vergine, abbiamo di tutto in questa raccolta di fantasia. Facendo spesso ricorso a citazioni di libri fasulli, Gullar si avvicina a certi procedimenti cari a un Borges o a un Eco. Nelle parole dello scrittore brasiliano Marco Lucchesi: «Il tono di Gullar è quello di un Rabelais moderato, che è venuto dopo un Orwell, un Huxley, un Campanella. Una vera casa degli specchi, nella quale Gullar riflette una parte dei suoi spettri».