Prosa d’avanguardia

15.00

COD: 978-88-97365-25-9 Categoria:

Il volume Prosa d’avanguardia contiene i manifesti e alcune prose che José de Almada Negreiros scrive dal 1915 al 1921. A partire dall’irriverente Manifesto anti-Dantas, passando per i più noti testi narrativi, fino ad arrivare a L’invenzione del giorno chiaro, punto d’arrivo e di nuova partenza nel percorso letterario almadiano, si raccolgono in questo volume i contributi più significativi per capire, attraverso Almada, come quella generazione di artisti e poeti, tra i quali s’annovera anche Fernando Pessoa, segnò la storia della cultura portoghese del xx secolo, accogliendo suggestioni e impulsi provenienti dal resto d’Europa.
Oltre ai vari Manifesti, si presentano per la prima volta in Italia quei testi definiti dalla critica “narrative plastiche” o “poesie plastico-narrative”: Saltimbanchi (Contrasti simultanei), K 4 Il quadrato blu, La Stiratrice e L’invenzione del giorno chiaro, nei quali il sovvertimento delle tradizionali regole della comunicazione letteraria di trafila futurista, l’accoglimento dei processi definiti dall’Interseccionismo e dal Sensacionismo pessoani e la dominante dimensione visuale del testo producono effetti stranianti e intriganti, spesso al limite del nonsense, che anticipano a pieno titolo gli esiti del Surrealismo.