Quaderno di memorie coloniali

14.00

COD: 978-88-97365-61-7 Categoria:

Geniale resa dei conti dell’autrice con il passato coloniale del Portogallo e con suo padre, un elettricista portoghese residente in Mozambico. Il padre sembra personificare il Portogallo coloniale: disprezza e sfrutta la popolazione indigena. Tutto ciò è visto dagli occhi di Isabela, che è nata laggiù nel 1963 ed è venuta in Portogallo negli anni Settanta, durante la decolonizzazione. Il libro si è originato a partire dal blog dell’autrice, canale pioniere per tentar portare più realtà alla narrativa edulcorata del Portogallo africano. Fino ad allora, v’era un torrente di memorie rosa e pietose di bianchi che erano cresciuti nelle colonie portoghesi, memorie che non trattavano mai delle questioni reali e dure del passato, come l’esclusione della popolazione locale.

«Il Quaderno di memorie coloniali racconta la storia di una ragazzina che si avvicina all’adolescenza, che ha vissuto questa fase della vita nel periodo tumultuoso della fine dell’impero coloniale portoghese. Lo scenario è Lourenço Marques, che oggi si chiama Maputo, spazio in cui si muovono i due personaggi in lotta: padre e figlia».
Isabela Figueiredo