Un estraneo a Goa

13.00

COD: 978-88-903563-0-8 Categoria:

Salazar! Preferisco chiamarlo Sal, davvero, o Sousa, signor Sousa gli sta bene. Se qualcuno lanciasse una pietra, in qualsiasi posto a Goa, quasi sicuramente colpirebbe un maiale, una chiesa o un Sousa. Questo proverbio mi è già stato citato una dozzina di volte. Il proverbio preferito dai goesi, però, è un altro, ma purtroppo ha cessato di avere un senso perlomeno trecento anni fa: «Chi è stato a Goa non ha bisogno di andare a Lisbona». Un estraneo a Goa, titolo a metà tra il reportage di viaggio e il romanzo di fantasia, pubblicato per la prima volta da Cotovia a Lisbona nel 1999, è la narrazione di un viaggio del protagonista a Goa, ex possedimento portoghese in Asia, ex sede del viceré che controllava tutti i traffici dal Capo di Buona Speranza fino agli empori più remoti del Giappone, in una ricerca delle tracce lasciate dalla plurisecolare presenza portoghese e di quel che rimane dell’antico splendore coloniale in una capitale in decadenza da secoli.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Un estraneo a Goa”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *